domenica 7 dicembre 2008

Il mondo al rovescio

Se questo fosse un mondo perfetto ogni cosa sarebbe al suo posto. Ogni persona, ogni gesto, ogni singolo pezzo dell'universo. Ogni elemento delle nostre vite, biologiche e sociali, avrebbe la giusta collocazione, come una tessera in un magnifico mosaico bizantino. Basterebbe chiudere gli occhi ed immaginarlo. Poi però ci accorgeremmo con disappunto che nessuno di noi lo ha immaginato allo stesso modo e, da milioni di punti di vista comincerebbero ad emergere punti di vista comuni, contro altri punti di vista comuni. Milioni di sfumature a caratterizzare un mondo imperfetto.

Se questo mondo fosse semplicemente come l'ho appena descritto sarebbe quasi interessante. Ma darne questa lettura sarebbe riduttivo, soprattutto se fosse la premessa di un evento di cronaca come il seguente.

Gli agenti del Commissariato di P.S. di Gela (Caltanissetta) hanno denunciato un ragazzo di 27 anni che aveva realizzato un vero e proprio lager con ventuno cani malnutriti, molti scheletrici, rinchiusi in recinti a cielo aperto e tra gli escrementi; altri trentanove cani e otto gatti, invece, sono stati trovati rinchiusi nell'abitazione del ragazzo sempre in condizioni pietose e tra feci nauseabonde. E' scattato il sequestro degli animali - ora condotti in strutture veterinarie autorizzate - e la denuncia per il reato di maltrattamento di animali; il Pm della Procura gelese, Monia Di Marco, ha aperto un'indagine per accertare lo scopo per cui erano detenuti gli animali.

Questa notizia è estrapolata da un comunicato stampa della LAV Sicilia di ieri (6 dicembre). Sotto ecco il video.


Quando ho visto questo video mi si è chiuso lo stomaco.
In questi giorni sono stato impegnato con la raccolta firme contro il traffico di cuccioli e di punti di vista ne ho sentiti parecchi. Ho capito soprattutto che molti punti di vista non contemplano gli animali, o meglio, ne contemplano "l'utilizzo".
Si, perchè quando un animale è uno strumento per guadagnare, non importa che sia un essere animato e senziente. Non importa delle sue esigenze. Diventa un oggetto.
Per molti cacciatori, un cane morto vale quanto un fucile rotto.
Per molte signore un animale è solo un vezzoso inserto sul cappotto.
Per tanti commercianti, legali ed illegali, gli animali si dividono per razze, provenienza, prezzo.
Per tanti medici, un topo è uno dei tanti elementi di un'esperimento scientifico.
Per alcuni industriali un coniglio è un indicatore allergenico usa e getta.
Per la stragrande maggioranza un vitello è una bistecca.
Punti di vista.
Spesso sogno un mondo al rovescio.




4 commenti:

digito ergo sum ha detto...

davanti a tanta crudeltà, d'istinto... mi viene da ribattere con un po' di becero umorismo distensivo...

speriamo che almeno uno dei poliziotti si chiamasse "fido" :-)

occhei, vado...

Rosa ha detto...

Già, mi piacerebbe sapere lo scopo per cui erano detenuti questi poveri animali.
Succedono episodi di crudeltà, per i quali non mi so dare pace.
Assurdo, veramente assurdo!

Ciao...Rosa

calendula / trattalia ha detto...

non so se hai visto il servizio di ieri di Striscia la Notizia sul canile di Catanzaro..... MAMMA!!!

Tu6Currau ha detto...

@ digito

in effetti ci sarebbe poco da ridere, ma l'alternativa è comprare degli uzi e sparare a raffica, oppure comprare dell'uzo e ubriacarsi "abbestia".

@ rosa

la crudeltà è di casa in questo mondo e speculare sulla pelle dei più deboli è una delle più ricorrenti azioni. Gli animali vanno tutelati, come ogni piccola parte di questa terra di cui nessuno ha rispetto.

@ calendula

ho capito di quale servizio parli, ma non l'ho visto. Nonostante questo posso dirti che sul tema dei canili lager ho una buona conoscenza, in quanto animalista e attivista, e vedere degli animali ridotti in quello stato è uno degli spettacoli peggiori a cui si può assistere.

Un saluto a tutti